Home » Appennino Reggiano

Appennino Reggiano

L’Appennino Reggiano è natura incontaminata, storia millenaria e tradizione a tavola. Si va dai 2000 metri e oltre delle vette, fino alle colline punteggiate di castelli e borghi. Il valore naturalistico, la ricchezza di biodiversità e di cultura hanno permesso a questo territorio di diventare una delle Riserve della rete globale “Uomo e Biosfera” dell’UNESCO.

L’Appennino reggiano è terra di confine, una cerniera naturale tra l’area padana e quella ligure-toscana. Una dorsale che si estende dal Passo del Lagastrello, crocevia con Lunigiana e Appennino parmense, ai passi del Cerreto e di Pradarena, fino al Monte Giovarello, a contatto con l’Appennino modenese.

I Comuni di quest’area sono: Canossa, Carpineti, Casina, Viano, Baiso, Castelnovo ne’ Monti, Toano, Ventasso, Vetto e Villa Minozzo. Dal crinale, con la vista che spazia a 360°, il panorama lascia il passo, scendendo di quota, alle faggete, alle valli del Dolo, dell’Ozola, del Secchia, dell’Enza, del Tassobbio e del Tresinaro, ad ampi prati e foraggere per la produzione del formaggio più famoso al mondo: il Parmigiano Reggiano, che ha plasmato non solo l’economia ma anche il paesaggio.

La mole della Pietra di Bismantova domina il territorio tra val Secchia, cime del crinale e dolci rilievi di collina: sono le terre matildiche dove il casato Canossa costruì nei secoli Castelli, Pievi e casetorri ancora oggi visitabili. Molti edifici conservano architetture medievali: portali in pietra scolpita, capitelli, archi e volte che raccontano antiche storie.

La ricchezza di natura, biodiversità e tradizioni ha fatto entrare, nel 2015, questo territorio nella rete mondiale delle Riserve “Uomo e Biosfera” dell’UNESCO, che riconosce l’alto valore del rapporto sviluppato nel tempo tra uomo e ambiente. Un valore già sancito dalla presenza del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano che si estende tra Emilia e Toscana, a partire dal crinale fino alla Pietra di Bismantova. Dalle vette che superano i 2000 metri di quota, da cui si vedono il Golfo di La Spezia e il Tirreno, si scende nelle valli ricoperte da folti boschi di faggio, con i tipici laghi glaciali, i torrenti impetuosi e i borghi con le antiche case in pietra arenaria grigia.

Sono numerose le Aree protette anche in ambito collinare, fanno capo al sistema dei Parchi coordinato dall’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Centrale: la Riserva della Rupe di Campotrera, il Paesaggio Protetto della Collina Reggiana – Terre di Matilde oltre ai Siti della Rete Natura 2000 tra gessi, calanchi e microclimi particolari.

Un territorio dove natura e storia si intrecciano, senza dimenticare la gastronomia, una tradizione tutta da gustare: gnocco fritto, erbazzone, tortelli, cappelletti, salumi e carni, soprattutto di maiale e di pecora, ma anche funghi porcini a castagne.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Esplora i dintorni

Parchi e MaB UNESCO

Parchi e MaB UNESCO

Pietra di Bismantova

Pietra di Bismantova

Castello di Canossa e museo Campanini

Castello di Canossa e museo Campanini

Castello di Carpineti

Castello di Carpineti

Castelnovo ne’ Monti

Castelnovo ne’ Monti

Gessi Triassici

Gessi Triassici

Lago Calamone

Lago Calamone

Cerreto Laghi

Cerreto Laghi

Monte Cusna

Monte Cusna

Civago

Civago

Cervarezza Terme

Cervarezza Terme

Val Tassobbio

Val Tassobbio

Toano

Toano

Prodotti tipici

ACETO BALSAMICO DELLA TRADIZIONE

ACETO BALSAMICO DELLA TRADIZIONE

SAVURETT

SAVURETT

SALAME DI CANOSSA

SALAME DI CANOSSA

FUNGHI

FUNGHI

MIRTILLI

MIRTILLI

TARTUFO

TARTUFO

FORMAGGIO PECORINO

FORMAGGIO PECORINO

PARMIGIANO REGGIANO

PARMIGIANO REGGIANO

FARRO

FARRO

BIANCO DEI COLLI DI SCANDIANO E CANOSSA

BIANCO DEI COLLI DI SCANDIANO E CANOSSA

PRODOTTI DEL SOTTOBOSCO

PRODOTTI DEL SOTTOBOSCO

CROCCANTE

CROCCANTE

Lasciati ispirare

Vieni in Appennino reggiano, lontano dalle mete del turismo di massa

Tradizioni

Vieni in Appennino reggiano, lontano dalle mete del turismo di massa

Cosa fare in Appennino reggiano: escursioni a piedi, in bici o con le ciaspole

Sport e natura

Cosa fare in Appennino reggiano: escursioni a piedi, in bici o con le ciaspole

Una tradizione millenaria in Appennino reggiano, tutta da gustare

Gusto

Una tradizione millenaria in Appennino reggiano, tutta da gustare

I 5 luoghi d’acqua da non perdere sull’Appennino reggiano

Sport e natura

I 5 luoghi d’acqua da non perdere sull’Appennino reggiano

Eventi

News

La “Montagna del Latte 2.0” modello di riferimento nazionale per la strategia delle Green Communities

La “Montagna del Latte 2.0” modello di riferimento nazionale per la strategia delle Green Communities

Due milioni di euro per la “Montagna del Latte 2.0” dell’Appennino reggiano, il progetto scelto dal ministero degli Affari...

Corso di Astrofotografia a Castelnovo Monti

Corso di Astrofotografia a Castelnovo Monti

Tra i vari approcci con cui imparare a orientarsi e a scoprire le meraviglie della volta celeste, la fotografia rappresenta...

La cavatura del tartufo è patrimonio Unesco

La cavatura del tartufo è patrimonio Unesco

Il nostro Paese ha una nuova iscrizione nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO. Si...

Appennino Reggiano: al via il progetto Montagna di Sport

Appennino Reggiano: al via il progetto Montagna di Sport

Grazie ai finanziamenti della Strategia Nazionale Aree Interne, da poche settimane hanno preso il via le attività del...

Stagione sciistica 2021/2022: l’offerta turistica dell’Appennino riparte

Stagione sciistica 2021/2022: l’offerta turistica dell’Appennino riparte

L’offerta turistica dell’Appennino tosco-emiliano è costituita da 17 stazioni invernali, 400 chilometri di discese,...

Appenninica MTB Stage Race 2022

Appenninica MTB Stage Race 2022

Appenninica MTB Stage Race è una gara a tappe in mountain bike che si svolge in 7 giorni consecutivi lungo il crinale della...

Un mondo di servizi

Dove mangiare

Dove dormire

Servizi